Partner
Sostenitori
Progetto Nicolo'
Convezioni
Canale YouTube
Forum
ciclismo in liberta`
Discuti di ciclismo con noi, di quello che succede in societa' e non solo.
Associazioni
UCI Europe Tour
UCI Europe Tour.
C.O.N.I.
Comitato Olimpico Nazionale Italiano.
F.C.I.
Federazione Ciclistica Italiana
A.O.C.C.
Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche.
ACSI Ciclismo
Comitati Provinciali di Genova e Savona
Chi è online
 58 visitatori online
ATTENZIONE!
  • Questo sito fa uso COOKIES

    Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie qui usati permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Continuando la navigazione accettate l'uso dei cookies.

    Informativa estesa sui Cookies

STRADE DELL'APPENNINO - 1° memorial Massimo Podestà

strade_appennino"IL PICCOLO GIRO DELL'APPENNINO" (articolo di Riccardo Anfolsi)

Se ne parlerà per moltissimo tempo della prima edizione delle "STRADE DELL'APPENNINO - 1° memorial Massimo Podestà" organizzata dall'Unione Sportiva Pontedecimo

Se ne parlerà per il suo bellissimo tracciato, per l'avvincente condotta di gara degli atleti, per la sua incertezza nel risultato, per il ricco rinfresco, per la principesca premiazione, ma soprattutto la perfetta, precisa ed imponente organizzazione.

 

Invero sembrava di essere al Giro dell'Appennino dei professionisti, visto il sito in cui si svolgevano le operazioni di partenza, il tracciato che ricalcava le gesta dei famosi prof. e l'arrivo situato proprio in quella piazza Arimondi che ha visto svariati campioni del pedale tagliare il traguardo a braccia alzate.

Non è mancato proprio niente per essere una corsa importante e chi ha potuto partecipare, ha perso una bellissima e avvincente giornata di sport. Veramente una cosa è mancata: il sole.

Ma veniamo alla cronaca della giornata.

Anche se il via è stato dato alle 10:00 (orario da professionisti, gradito anche dai nostri più spartani atleti) la macchina organizzativa dell'U.S. PONTEDECIMO ha iniziato a muoversi già alle 4 del mattino, quando uno sparuto team organizzativo ha inizio con la posa delle frecce e dei cartelli indicatori lungo gli oltre 90 Km. del percorso. Alle ore 8:00 sono iniziate le operazioni di partenza perfettamente orchestrate dal team dei Giudici di Gara del Comitato Provinciale UDACE di Savona, mentre lo staff organizzativo del Pontedecimo completava l'allestimento del rettifilo d'arrivo, abbellendolo con striscioni multicolori e bandiere sgargianti.

Il piccolo esercito, in poco tempo, ha così trasformato la piazza e le zone limitrofe in un angolo festante e colorato atto ad accogliere i concorrenti sia alla partenza che all'arrivo e dispensando a ognuno di essi sorrisi, applausi, incoraggiamenti e ogni informazione richiesta come spetta a una perfetta organizzazione.

Dopo il breefing riservato per le auto e le moto di servizio (ben 36 mezzi) il Direttore di Corsa in accordo con il Presidente della Società Ivano Carozzino consegnavano al sindaco di Campomorone, dr. Giancarlo Campora, la bandierina del via, che alle ore 10 in punto di abbassava per "sciogliere" le briglie ai 137 partecipanti.

Dopo il primo tratto di trasferimento a Busalla partiva ufficialmente la parte agonistica. Trascorso un brevissimo momento di studio la corsa esplodeva con un attacco poco prima dell'attraversamento di Isola del Cantone (Km. 8). Due gli uomini in caccia, il savonese Ours Anselmo (Speed Wheels) e Pomillo Davide (Bike & Sport Evolution HBM) - due veri specialisti nei rapporti lunghi - riescono ad evadere dal gruppo guadagnando un vantaggio massimo di 58" registrato nell'attraversamento di Arquata Scrivia. Intanto l'andatura è folle, tanto che dopo i primi 45 minuti di gara si sfiorano i 49 Km/h.

Poco prima dell'inizio della salita del Passo della Castagnola i due, esausti, vengono ripresi (dopo 31 Km. di fuga) ed in contropiede il portacolori della Cycling Lavagna, Bardi Tiziano parte facendo il vuoto.

Dietro dapprima controllano e perdono qualche centinaio di metri ma dopo due Km,. Buttaglieri Marco (SC Quinto al Mare) si mette davanti a tirare - a testimonianza del suo ottimo stato di forma - e screma il gruppo. La tirata è premiata a un Km. dallo scollinamento sul GPM quando Buttaglieri si riporta su Bardi assieme a Tagliavacche Riccardo e Generali Paolo (Bike & Sport Evolution HBM) e Musante Giorgio (Cycling Lavagna).

Il quintetto scollina e plana verso Borgo Fornari, ma non c'è pieno accordo, tanto che sulle rampe del Passo dei Giovi, Bardi rilancia l'attacco e guadagna qualche decina di metri su Tagliavacche ed il compagno Musante che controlla.

Dopo poche curve succede l'imprevisto a causa della pioggia che ha iniziato a scendere copiosamente.

Bardi nell'affrontare una curva scivola e cade rovinosamente a terra ed i due inseguitori non possono fare altro che approfittarne involandosi verso Pontedecimo. Bardi seppur senza gravi conseguenze sarà costretto al ritiro.

Volata a due nel regale palcoscenico di piazza Arimondi battuto da un forte temporale.

Il forte atleta, alfiere della Bike & Sport Evolution HBM di Busalla Tagliavacche non ha nessuna difficoltà a precedere il seppur generoso Musante. Il vincitore conclude da trionfatore una gara affrontata con spavalderia e coraggio a coronamento di un momento di forza superlativa che premia un atleta attaccante, serio, educato e perché no simpatico. Un sorprendente Corati Enrico si aggiudica il gradino più basso del podio. Mentre Generali precede Bruzza, Tabacco, Buttaglieri, Ferrando e Sedaboni. Fracassi conclude la top ten degli arrivi che si conclude 27 minuti dopo l'arrivo del primo.

Unanime è il coro di consensi dei "rifugiati" nel salone delle feste della SMS La Fratellanza che ha ospitato la premiazione, che a causa della pioggia si è evitato di fare nel parco.

Dopo la consegna della targa ricordo alla famiglia Podestà, il presidente Ivano Carozzino ha dispensato un quantità enorme di premi.

Arrivederci al prossimo anno con tante sorprese.
Il podio di categoria

Debuttanti: Camoirano Andrea (Pontedecimo)
Cadetti: Grattarola Simone (Zena Pro Bike Ecoge), Barletta Nicola (Monegliese), Ghiorzi Federico (Bike & Sport Evolution HBM)
Junior: Bruzza Alessandro (Zena Pro Bike Ecoge), Garsi Luca (Cycling Lavagna), Macchiavello Dario (Pro Recco)
Senior: Tagliavacche Riccardo (Bike & Sport Evolution HBM), Musante Giorgio (Cycling Lavagna), Corati Enrico (GS Casaccia)
Veterani: Buttaglieri Marco (SC Quinto al Mare), Sedaboni Piero (VC Olmo), Fracassi Fabrizio (Fornasari Auto)
Gentleman: Quartulli Nicola (Pro Recco), Marchetti Italo (Rivanazzanese), Melis Eugenio (Lightning)
Supegentleman "A": Novena Teodoro (Azzari Team), Haupt Alberto (Ruota Libera), Vagge Enrico (Cicli Giesse),
Supegentleman "B": Coscia Giovanni (Make in Box Alessandria), Ricci Bruno (Mac. Ricci), delle piane Lilliano (GS Casaccia)
Donne: Cordone Alessandra (US Pontedecimo), Peirce Elena (Team Cicli Cocchi)
Classifica Società: 1° US Pontedecimo, 2° Bike & Sport Evolution HBM Team, 3° Speed Wheels Cuneo
Classifica Speciale US Pontedecimo: 1° Ferrando Flavio, 2° Masnata Sebastian, 3° Gatti Fabio, 4° Bisignani Antonio, 5° Vanessa Andrea