Partner
Sostenitori
Convezioni
Canale YouTube
Forum
ciclismo in liberta`
Discuti di ciclismo con noi, di quello che succede in societa' e non solo.
Associazioni
UCI Europe Tour
UCI Europe Tour.
C.O.N.I.
Comitato Olimpico Nazionale Italiano.
F.C.I.
Federazione Ciclistica Italiana
A.O.C.C.
Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche.
ACSI Ciclismo
Comitati Provinciali di Genova e Savona
Chi è online
 75 visitatori online
ATTENZIONE!
  • Questo sito fa uso COOKIES

    Questo sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie qui usati permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Continuando la navigazione accettate l'uso dei cookies.

    Informativa estesa sui Cookies

Edizione 2013

74° Giro dell'Appennino: Le immagine di RAI SPORT

 

Davide Mucelli vince il 74° Giro dell'Appennino

Volata primo posto

Davide Mucelli, della Ceramica Flaminia-Fondriest, ha vinto la 74.a edizione del Giro dell'Appennino. 
Sul traguardo di Via Fiorenzo Semini, a Pontedecimo, che aveva già visto vincere, tra il 2007 e il 2010, per due volte Alessandro Bertolini, poi Vincenzo Nibali e Robert Kiserlovski, l'atleta livornese ha preceduto di pochissimo Luca Mazzanti, che vanta una lunga lista di piazzamenti nella nostra gara (l'atleta della Vini Fantini -Selle Italia era stato secondo nel 2005 e nel 2006, quinto nel 2003 e nel 2007, sesto nel 1997, nono nel 2002). A 30" si è classificato Ivan Rovny, compagno di squadra di Davide Mucelli, primo sul Passo della Bocchetta (il tempo della salita è stato registrato in 26'14", a 4'20" dal record di Simoni), che ha preceduto di 1" Alessandro Proni, premiato con il Trofeo Gualtiero Schiaffino, destinato al corridore "più creativo".

Leggi tutto...

 

Si parte, si parte, si parte! Al via una delle più travagliate edizioni del Giro dell'Appennino

ZilioliCon il dorsale numero 1 il vicitore dello scorso anno, Fabio Felline, con il numero 5 Diego Rosa, con il numero 11 Marco Canola, con il 13 Enrico Battaglin, con il 41 Pier Paolo De Negri, con il 47 Alessandro Proni. Poche stelle e molti giovani promettenti al via della 74.a edizione del Giro dell'Appennino. Alla cena di gala della vigilia è stato premiato, nel cinquantesimo della sua prima vittoria, replicata dieci anni più tardi, Italo Zilioli, ed intervistato ha messo tra i suoi favoriti Diego Rosa, il neo professionista che ha terminato al 23° posto il Giro d'Italia, quattordicesimo nella tappa dello Jafferau, non molto distante da Vincenzo Nibali. Potremo anche assistere alla rivincita della tappa di Serra San Bruno, quando Enrico Battaglin precedette Fabio Felline. Tra i protagonisti attesi anche Julian Arredondo, vincitore, poco più di un mese fa, del Tour de Kumano e a inizio anno del Tour de Langkawi, il genovese Pierpaolo De Negri, vincitore di una tappa al Giro del Giappone. Un campione anche Alessandro Proni, non solo sulla bicicletta, ma anche nella vita, ricordiamo che ha donato il proprio midollo osseo alla sorella, colpita da una forma micidiale di leucemia, che ora lo potrebbe aiutare da lassù, lui che ha concluso il Giro d'Italia all'88° posto e ha nel suo palmares la vittoria in una tappa del Giro di Svizzera. E perchè non puntare su Davide Mucelli, ultimo arrivato, ma comunque arrivato, al Giro dell'Appennino dello scorso anno? O su un atleta del Team Colombia, alcuni dei quali reduci dal Giro d'Italia? Domani, dopo le ore 16, sapremo chi iscriverà il suo nome nell'albo d'oro, insieme a quello di tanti altri Campioni, come Italo Zilioli e Fabrizio Fabbri, premiati questa sera.                    

 

La Bardiani Valvole Csf Inox di Roberto Reverberi annuncia Enrico Battaglin alla partenza del 74° Giro dell'Appennino

ColnagoIl Team di Roberto Reverberi ha annunciato sul proprio sito http://www.bardianicsf.com che Enrico Battaglin, vincitore della quarta tappa del recente Giro d'Italia, Policastro Bussentino-Serra San Bruno, sarà al via del 74° Giro dell'Appennino, intenzionato a conquistare una maglia per poter partecipare ai prossimi Campionati Mondiali di Firenze. Enrico Battaglin ha vinto la tappa di Serra San Bruno, precedendo in volata Fabio Felline, il vincitore del Giro dell'Appennino dello scorso anno, che potrà pertanto non solo tentare di conquistare la sua seconda vittoria consecutiva all'Appennino, ma anche la rivincita su Enrico Battaglin. Anche Battaglin, come Fabio Felline, è alla sua seconda partecipazione al Giro dell'Appennino, essendosi classificato 54° lo scorso anno, sull'arrivo di via XX Settembre. Con Battaglin saranno al via, dopo aver corso il Giro d'Italia, anche Manuel Bongiorno, Stefano Locatelli, Edoardo Zardini e Marco Canola,  vincitore della Classifica dei GPM al 73° Giro dell'Appennino, più Christian Delle Stelle, Andrea Pasqualon e Andrea Di Corrado. 

Nella foto: la squadra di Reverberi al raduno di partenza lo scorso anno.

 

Presentato anche a Novi Ligure il 74° Giro dell'Appennino

Sindaco ViceSindaco e Direttore di Corsa sitoSabato 6 luglio è stato presentato alla stampa locale e al pubblico del Basso Piemonte il 74° Giro dell'Appennino, al Museo dei Campionissimi, davanti al quale sarà posto il chilometro zero della nostra gara. Presenti il Sindaco di Novi Ligure Lorenzo Robbiano, e il Vice Sindaco Enzo Garassino, che riveste anche l'incarico di Assessore allo Sport, il Presidente dell'U.S. Pontedecimo Ciclismo, Ivano Carrozzino, ha descritto gli eventi che hanno portato, dopo il rischio di cancellazione, all'organizzazione di un Giro dell'Appennino che, pur in tono minore rispetto alle ultime edizioni, sicuramente darà modo ai suoi protagonisti di mettersi in luce sul difficile percorso che, dopo due anni, ritorna al traguardo di Pontedecimo, in qualla Via Semini che ha visto il trionfo di Vincenzo Nibali nel 2009.

Il Vice Presidente dell'U.S. Pontedecimo Ciclismo, Andrea Negro, ha poi descritto le novità del tracciato della gara, che per una larga parte interesserà le strade della provincia di Alessandria.

Nella foto il Direttore di Organizzazione del 74° Giro dell'Appennino, Silvano Parodi, con il Sindaco e il Vice Sindaco di Novi Ligure al Museo dei Campionissimi.